Presentazione del blog

Perché le mie notizie sono “bucate” 


Quando una notizia è sfuggita ma è stata riportata da altre testate nel gergo giornalistico si usa il termine “buco”. In questi casi è consueta l’esclamazione “abbiamo preso un buco”.
Da questa espressione ho tratto lo spunto per dare il nome al mio blog, perché più di altri sintetizza quello che sarà il contenuto. Mi sono permessa tuttavia di giocare ad invertire la posizione rispetto all’uso giornalistico: non sono io ad avere perso la notizia, bensì sarà il mio blog a raccogliere notizie che altri non hanno.
Rassicuro subito sul fatto che non vi è la presunzione né l’intenzione di fare grandi scoop o ottenere interviste da divi internazionali, non essendo questa una testata giornalistica ma un blog personale. L’idea delle “notizie che gli altri non hanno” nasce da grandi professionisti dello spettacolo, della musica, dell’arte e della cultura che ho avuto l’occasione e la fortuna di conoscere, in particolare negli ultimi due o tre anni. Con alcuni di loro ho avuto il privilegio di stringere legami di stima e amicizia, altri sono stati più sfuggevoli, presi dalla frenesia della quotidianità e dagli impegni professionali che non hanno più fatto ricongiungere le nostre strade, ma resta il fatto che hanno lasciato il segno. Rientrano in quella particolare categoria di persone che quando ti capita di incontrare nella vita è quasi impossibile restare indifferenti: per come sono, per quello che fanno, per come lo fanno, o semplicemente per la storia che si portano dietro e che li rende così unici. Tutte queste persone incontrate mi hanno stupito, incuriosito, commosso, avvicinato al loro mondo, spalancato nuovi modi di vedere la vita e di considerare l’arte. Alcune, per la loro professione, sono più note, altre, la gran parte, restano “all’ombra dei giganti”, pur meritando, a mio avviso, maggiore attenzione per il particolare talento fuori del comune che tante volte mi ha fatto esclamare “che spreco!”. Questo blog nasce soprattutto pensando a loro. L’intento è quello di essere un riflettore acceso al centro del palcoscenico dove saranno loro i protagonisti (nella rubrica “Artisti da non perdere”), ma anche un occhio indiscreto che sbircia “dietro le quinte” di certe professioni, battaglie o grandi personalità (nella rubrica “L’intervista”). All’occorrenza segnalerò libri di autori conosciuti di persona, poco citati dai media e dalle riviste di recensioni, seppure validi, perché quasi sempre pubblicati da piccole case editrici ancora non troppo pubblicizzate (rubrica “Libri”).
Non so ancora, con chiarezza, se a una persona in particolare, tra queste conosciute, debbo attribuire un merito o una colpa, è indubbio tuttavia che senza la sua insistenza, protratta per mesi, questo blog probabilmente non sarebbe mai nato, lui è Daniele Pacchiarotti, un amico di grande pazienza e un artista raffinato. Ringrazio Antonello Ariele Martone per avermi aiutato con la parte tecnica (non avrei mai saputo da sola), e mio marito, Serafino Filoni, per avere dato forma alla mia idea del logo.  
Buona lettura.


"L'arte, quella vera, quella che viene dall'anima, è così importante nella nostra vita. L'arte ci consola, ci solleva, l'arte ci orienta. L'arte ci cura. Noi non siamo solo quello che mangiamo e l'aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno addormentato da bambini, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato".
Tiziano Terzani, La fine è il mio inizio



NotizieBucate è un blog non una testata giornalistica, le notizie vengono pertanto aggiornate senza alcuna periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 07/03/2001.

Nessun commento:

Posta un commento